Russia

Agosto 2011

San Pietroburgo, Mosca e Anello d'Oro

Cupole scintillanti che si stagliano nel blu del cielo, palazzi da favola dove si respira la fastosa atmosfera dell’epoca degli zar, piazze enormi che hanno vissuto splendore ed orrori della storia russa, chiese finemente decorate, gloriosi Cremlini da cui è stato governato il Paese più grande del mondo. Un piccolo pezzo di Russia non è forse sufficiente per conoscere una nazione così grande e così ambigua, ma un viaggio nei suoi simboli incontrastati, San Pietroburgo, Mosca e l’Anello d’Oro, permette di scoprire un luogo che per secoli è rimasto isolato e che solo negli ultimi anni si sta aprendo al mondo. Con i pro e i contro…    

Non so perché ma Piazza Rossa, per me, ha sempre rappresentato un luogo imprescindibile da visitare (insieme a molti altri...). Ora che l’ho vista conosco il motivo: è immensa, solenne, spettacolare, davvero unica e di sicuro il luogo più indimenticabile di tutta  la Russia!!!

 

Data di Partenza: 5 Agosto - durata: 10 giorni

Volo Lufthansa su S.Pietroburgo e rientro da Mosca - Treno S. Pietroburgo - Vladimir - Mosca - Mezzi pubblici per Suzdal e Sergiev Posad

Difficoltà organizzativa e di viaggio: media

 

VEDI LE FOTO IN SLIDESHOW

San Pietroburgo

San Pietroburgo, Anello d'Oro

Mosca

       

Il 95% dei turisti che si incontrano in Russia viaggiano con un gruppo organizzato: per il restante 5% (tra cui noi), non è sempre facile districarsi nel labirinto di regole e burocrazia, nelle metropolitane ed attrazioni con indicazioni solo in cirillico, nel chiedere informazioni ad una popolazione che per la maggior parte non mastica una sola parola di inglese.

Proprio per questo motivo, il Paese non è per nulla organizzato dal punto di vista turistico, in particolare per quello in fai-da-te.

Ad ogni modo, a parte qualche momento di sconforto per aver girato a vuoto alla ricerca di un ingresso a qualche chiesa o museo, o per uscire nella giusta direzione in metropolitana,  l’esperienza d un viaggio autonomo in Russia è senza dubbio affascinante e non così complicata come potrebbe apparentemente sembrare.

Di sicuro, San Pietroburgo è molto più facile rispetto a Mosca, caotica e disorganizzata. Tra le due, però Mosca è quella che mi è piaciuta di più.

 

San pietroburgo, mosca e anello d'oro a 1.000 euro ... si puo' !

Senza dubbio, la Russia è una destinazione in cui, arrangiandosi per conto proprio, si riuscirà ad ottenere tra i risparmi maggiori rispetto ai viaggi organizzati. Anche della metà!!!

Naturalmente, a 3 condizioni:

 

1)    muoversi con largo anticipo e pianificare l’itinerario nel dettaglio, conoscere bene i luoghi che si andranno a visitare e come raggiungerli

2)    avere un po’ di fortuna nel trovare una buona offerta per il volo, cercare continuamente le migliori offerte per gli hotels, spostarsi con i mezzi pubblici

3)    muoversi in modo autonomo in Russia richiede un po’ di pazienza quando, per qualsiasi domanda, non si otterrà alcuna risposta soddisfacente (se non negli alberghi).

Si consiglia una sufficiente esperienza di viaggio prima di affrontarela Russia in modo autonomo ed un po’ di spirito di adattamento.

 

DA DOVE INIZIARE

 

Volo: cercando con largo anticipo è possibile trovare offerte molto vantaggiose, ad esempio con Lufthansa.

 

Visto: il modo più economico è quello di andare direttamente presso il Consolato russo (Milano) o ambasciata (Roma). Ma prima, dovrete procurarvi invito turistico e assicurazione riconosciuta in Russia. A conti fatti, può essere più conveniente, anche in termini di tempo, affidarsi a qualche agenzia. La più conveniente che ho trovato è www.vistoperlarussia.com che offriva la pratica completa per 99 euro a persona (invito, assicurazione 10gg e visto). Affidabile e veloce (telef. 02-45071475).

 

Attrazioni: cercate in internet quante più informazioni aggiornate potete trovare sui luoghi da visitare, gli orari, i giorni di chiusura, i costi di ingresso, i mezzi per raggiungerli. I siti delle attrazioni più importanti sono anche in inglese, molti solo in russo, ma con google translate non è impossibile.

 

Treni: in internet si trova qualche sito in inglese che offre la possibilità di prenotare, purtroppo i prezzi sono decisamente maggiorati rispetto alle tariffe ufficiali. L’unico modo per risparmiare, è di fare tutto attraverso il sito ufficiale delle ferrovie russe….SOLO IN RUSSO:

www.rzd.ru

E’ necessario prima di tutto creare un account registrandosi, quindi è possibile prenotare. Anche qui, è possibile districarsi con l’aiuto di google, esiste poi un sito utilissimo, in inglese, che traduce pagina per pagina quello che troverete durante la prenotazione, con relative istruzioni.

http://www.valigiapronta.altervista.org/scheda.php?lang=eng&page=Login_in_RZD.html

Non tutte le carte di credito sono accettate (conla Visa non ho avuto problemi).

Otterrete un ticket elettronico che non dovrete nemmeno cambiare alla biglietteria: basta presentarsi sul treno dove, prima di salire, verificheranno la vostra prenotazione con il passaporto.

 

Hotel: cercate offerte sui migliori siti (aiutatevi anche con trivago.it), prenotate tariffe cancellabili, in modo che, se dovesse capitarvi qualche offertone più avanti, potrete annullare tranquillamente e procedere con una nuova prenotazione.

 

IL MIO PROGRAMMA DI MASSIMA:

 

Volo Lufhansa da Milano per San Pietroburgo via Monaco, rientro a Milano da Mosca via Dusseldorf.

4 notti a San Pietroburgo, spostamento in treno a Vladimir (2 notti), visita di Vladimir e Suzdal (Anello d’Oro), spostamento in treno a Mosca (3 notti) e visita di Sergiev Posad (Anello d’Oro) in treno da Mosca.

Ho tralasciato le restanti località dell’Anello d’Oro, più complicate da raggiungere e che offrono attrazioni simili a quelle delle località già visitate. Le due città imperdibili dell’Anello d’Oro sono Sergiev Posad e Suzdal, mentre Vladimir offre poco ma è ben collegata con i treni, per cui rappresenta una comoda base di partenza.

 

COSTI:

 

Ecco i costi sostenuti per una famiglia di 3 persone:

Volo Lufthansa € 435 (offertone imperdibile…€ 145 a/r a persona)

Visti € 237

Treno San Pietroburgo – Vladimir € 270

Treno Vladimir – Mosca € 65

Hotel 5th Corner San Pietroburgo € 90 – 3 stelle, tripla con colazione

Hotel Vladimir € 85 – 3 stelle, tripla con colazione

Hilton Leningradskaya Mosca € 152 - 5 stelle, tripla con colazione

Ingressi a tutte le attrazioni e trasporti locali: € 400

10 cene: € 430 (oltre a pranzi veloci nei chioschi)

 

DIARIO DI VIAGGIO

venerdì 5 Agosto - San Pietroburgo

 

Il volo Lufthansa via Monaco atterra puntualissimo all’aeroporto di San Pietroburgo: le pratiche di immigrazione risultano relativamente veloci ed in breve siamo all’esterno del terminal, dove abbiamo il primo contatto con la complicata lingua russa! Prerogativa comune dell’intero viaggio sarà, come previsto, la difficoltà di comunicazione: qui quasi nessuno parla inglese, qualsiasi scritta risulta intraducibile ed il 90% della popolazione stenta persino a capire la parola “airport”. Utilissimo sarà il traduttore italiano-cirillico scaricato nell’iphone.

I mezzi più economici per raggiungere il centro di San Pietroburgo sono le “marshrutkas” (rubli 30), una sorta di taxi collettivi che effettuano varie fermate (alcune a richiesta) e che permette di raggiungere la fermata della metropolitana di Moskovskaya. Il viaggio è davvero curioso: i passeggeri fanno da intermediari per passarsi i soldi da consegnare all’autista per pagare la corsa, un via vai di rubli tra le varie consegne ed i rispettivi resti.

Arriviamo alla metro e grazie al traduttore richiedo un carnet di 10 biglietti (r. 210): persino nella metro è difficile districarsi con la lingua, le scritte sono esclusivamente in cirillico, compreso il nome delle fermate e risulta complicato anche distinguere la scritta “uscita”. Raggiungiamo l’hotel che abbiamo prenotato per 4 notti, il 5th Corner, vantaggiosa soluzione grazie al buon rapporto qualità-prezzo-posizione (camera tripla con colazione € 90). E’ ormai quasi sera e decidiamo di fare una piacevole passeggiata lungo un buon tratto della Prospettiva Nevsky, l’elegante arteria rettilinea che taglia tutto il centro città. La giornata è stupenda con cielo terso e temperatura gradevole e passeggiare in questa città ricca di vita e di storia è davvero un’esperienza piacevole. Un aspetto interessante di S. Pietro è che lungo le strade si trova quasi sempre un wi-fi free, che permette di chiamare a casa con pochi centesimi grazie a skype.

IMPORTANTE: ricordarsi di fare registrare il visto entro 3 giorni lavorativi, vidimato dall’Ufficio del Servizio Federale di Immigrazione (UFMS). Gli hotel solitamente effettuano questo servizio con una piccola commissione.

sabato 6 Agosto - San Pietroburgo

  

La giornata è splendida, pertanto decidiamo di percorrere a piedi l’intero centro di San Pietroburgo per visitare le principali attrazioni: camminiamo nuovamente lungola Prospettiva Nevsky fino all’immensa Cattedrale di Kazan, in stile neoclassico e con un grande colonnato a semicerchio, che ricorda molto quello di piazza San Pietro in Vaticano. In lontananza scorgiamo la caratteristica Chiesa del Salvatore o del Sangue Versato, splendido esempio di architettura ortodossa con la moltitudine di cupole colorate. L’interno (r.320) è davvero ricco e spettacolare e custodisce un gran numero di icone e 7000 mq di mosaici.

San Pietroburgo poggia su 101 isole ed è attraversata da numerosi canali: il modo migliore per scoprire la città è osservarla direttamente dall’acqua, con una piacevole gita in barca sui canali che si aprono sull’immenso fiume Neva (r.500). Terminiamo la lunga ed appagante giornata alla Fortezza Pietro e Paolo, che raggiungiamo con la metro (stazione Gorkovskaya). La fortezza è stata la prima costruzione della città e si distingue per il caratteristico campanile della Cattedrale barocca, al cui interno (r.350) sono custodite le tombe degli zar tra cui quella di Pietro il Grande, fondatore di S. Pietroburgo.

domenica 7 Agosto - San Pietroburgo

 

Dedichiamo la mattinata all’escursione ai giardini di Peterhof che raggiungiamo con un tratto in metro fino all’elegante stazione Avtovo, quindi con un percorso in marshrutkas (n. K-424) fino all’ingresso del palazzo. Peterhof era la residenza estiva degli zar, costruita direttamente sul mare e circondata da splendidi giardini (r.400) famosi per le spettacolari fontane che stregano i visitatori con giochi d’acqua di grande effetto. Il parco è enorme e necessita di almeno un paio d’ore di visita. Ci rilassiamo su un prato verde per un picnic, scaldandoci con un tiepido e piacevolissimo sole, prima di rientrare in città con il veloce aliscafo (r.400).

 

Il pomeriggio partiamo alla scoperta dell’incredibile museo dell’Hermitage, talmente vasto che necessiterebbe di un paio di giorni per una visita completa. Entriamo scavalcando la fila grazie alla prenotazione anticipata via web (€ 13) e cerchiamo di districarci, non senza difficoltà, tra le migliaia di esposizioni presenti. Devo ammettere che visitare l’Hermitage senza guida è un’impresa ardua, occorre almeno un’ora prima di riuscire ad orientarsi. Il Palazzo d’Inverno lascia letteralmente senza fiato, con gli immensi saloni riccamente decorati e straripanti di opere d’arte.

lunedì 8 Agosto - San Pietroburgo

  

Purtroppo il tempo è cambiato e resterà così per qualche giorno: vento freddo e fastidiosa pioggerella hanno preso il posto dello splendido sole che ci ha accompagnato fino ad ora. Iniziamo la giornata visitando l’imponente Cattedrale di S. Isacco (r.320), la cui immensa cupola è visibile da ogni parte della città. Dobbiamo raggiungere Pushkin per le 12.00, orario in cui è possibile visitare il Palazzo di Caterina per i turisti indipendenti. Dalla metro Moskovskaya (line 2 - blue) si procede con la marshrutkas 342 fino all’ingresso del Palazzo dove troviamo una terrificante fila all’ingresso. Armati di pazienza attendiamo il nostro turno e, dopo oltre un’ora, riusciamo a raggiungere la biglietteria del palazzo (r.320), dove sarà possibile visitare le varie sale partecipando obbligatoriamente ad una visita guidata (in russo!). Il Palazzo, con la celebre Sala d’Ambra, è davvero splendido ma la lunga fila, il tempo inclemente e la veloce visita guidata non rendono l’esperienza indimenticabile.

martedì 9 Agosto - Anello d'Oro

 

Abbiamo a disposizione ancora una mattina per le ultime visite a S. Pietroburgo: questa volta ci avventuriamo su un bus di linea e raggiungiamola Cattedrale della Resurrezione (Smolny), purtroppo visitabile solo dall’esterno in quanto in questi giorni la chiesa è utilizzata come sala per concerti. L’esterno colpisce per le cupole a cipolla in stile russo ortodosso ed il colore azzurro della facciata. Successivamente ci spostiamo verso il monastero più antico della città, Alexander Nevsky Monastery famoso per i cimiteri monumentali dove sono sepolti i cittadini illustri.

E’ giunta l’ora di salutare questa splendida città, raggiungiamo la stazione ferroviaria Moskovskly Vokzal e prendiamo il treno (€ 90 prenotato sul sito ufficiale delle ferrovie russe) che in poco più di 6 ore ci condurrà a Vladimir, una delle città più importanti del famoso Anello d’Oro.

Il viaggio è molto confortevole e permette di comprendere la vastità di questo immenso Paese, chilometri e chilometri attraversando la campagna russa con i suoi spazi sconfinati immersi nel verde delle foreste. Il treno spacca il minuto e arriviamo in perfetto orario a Vladimir, alle 21.15, dove a piedi raggiungiamo l’hotel Vladimir che sarà la nostra base per 2 notti (€ 90 tripla con colazione).

mercoledì 10 Agosto - Anello d'Oro

 

Dedichiamo l’intera giornata alla visita di Suzdal, la più caratteristica cittadina dell’Anello d’Oro che raggiungiamo in circa mezz’ora di taxi (500 r.). Purtroppo la giornata non è delle migliori, con cielo grigio che minaccia pioggia, ma la bellezza di Suzdal resta intatta: un’incantevole città-museo dove il tempo sembra essersi fermato, con le cupole degli antichi monasteri che svettano tra le casette di legno colorate chiamate “izba” e splendide vedute sul fiume Kamenka che si perde nella verde campagna. Qui visitiamo il bel Cremlino del XI secolo con il palazzo dell’Arcivescovo e la cattedrale della Natività della Vergine, con le cupole azzurre luccicanti d’oro (r.75), quindi attraversiamo il fiume per raggiungere il Museo di architettura contadina (r.100), con gli antichi edifici sparsi nella campagna. Con un breve tragitto in taxi ci spostiamo nello splendido Monastero Pokrovskij S. Salvatore, interamente circondato da possenti mura che custodiscono al loro interno splendide cattedrali, per poi rientrare a Vladimir.

giovedì 11 Agosto - Mosca

 

Dedichiamo la mattinata alla visita di Vladimir, capitale del regno di Kiev a circa180 km da Mosca, oggi cittadina piuttosto moderna ormai priva dell’antico fascino ma che custodisce tre importanti capolavori dell’architettura russa: la porto d’Oro, antico accesso cittadino, la cattedrale dell’Assunzione, rivestita di pietra bianca con le imponenti cupole dorate in stile ortodosso, dove al suo interno è possibile ammirare la splendida iconastasi ela Cattedrale di San Demetrio

Nel pomeriggio ci rechiamo alla stazione ferroviaria dove prendiamo il treno per Mosca, che raggiungiamo dopo un viaggio di circa 2 ore (€ 22 prenotato sul sito ufficiale delle ferrovie russe).

Dalla stazione Kurskaya scendiamo alla metropolitana, il mezzo più comodo ed utilizzato dagli abitanti di Mosca che si riversano a fiumi nelle splendide stazioni finemente decorate. Le carrozze sono sempre stracolme nonostante non passi più di un minuto tra un treno e l’altro. Acquistiamo qualche carnet da 10 ticket (r.240) e raggiungiamo l’hotel Hilton Moscow Laningradskaya dove pernotteremo le prossime 3 notti (150 euro tripla con colazione). L’hotel è inserito in un edificio che risale all’epoca staliniana ed è uno dei grandi grattacieli storici cittadini denominati le “Sette Sorelle”.

Dopo un po’ di relax nell’aria fitness dell’hotel ci spostiamo con la metro verso Piazza Rossa che ci accoglie sotto un diluvio; non ci perdiamo d’animo, le previsioni prevedono rasserenamento entro sera e ritorno a temperature estive nei prossimi giorni…e così sarà!

Piazza Rossa è davvero monumentale, è qui che si respira la vera essenza della Russia: da un lato si innalzano le imponenti mura del Cremlino, mentre l’altro fianco è occupato interamente dai magazzini Gum, simbolo della Russia comunista; sullo sfondo appare come per magia la bizzarra Cattedrale di San Basilio con gli inconfondibili bulbi multicolore (r.150), mentre il lato nord è occupato dal massiccio edificio rossastro che ospita il Museo di Storia. Sull’intera piazza veglia il mausoleo di Lenin, dove ogni giorno lunghe fila di pellegrini si recano a rendere omaggio al leader sovietico.

venerdì 12 Agosto - Mosca

 

Previsioni meteo rispettate, il cielo è splendido e la temperatura sfiora i 30 gradi, la giornata ideale per una lunga passeggiata nel cuore di Mosca. Iniziamo da Piazza Rossa dove il scintillante sole risplende sulle cupole di San Basilio; da qui proseguiamo lungo tutte le mura del Cremlino fino all’ingresso: optiamo per il ticket che include l’accesso alla Piazza delle Cattedrali (r.350) e l’ingresso a tutti gli edifici religiosi che si affacciano su essa: il Cremlino è una cittadella fortificata nel cuore di Mosca composta da chiese, palazzi di Stato, giardini e musei, tra cui il famoso Armory Museum dove si possono ammirare i gioielli di stato. La visita al Cremlino è un’esperienza emozionante, è da qui che gli zar governavano su tuttala Russia segnando la storia di interi secoli.

  

Nel pomeriggio raggiungiamo il teatro che ospita quotidianamente il circo russo Nikulin ed acquistiamo i biglietti per la sera (r.600), quindi, vista la calda giornata, decidiamo di andare al The All-Russian Exhibition Center (metro VDNKh), un monumentale parco ricco di fontane, palazzi bizzarri ed esposizioni delle missioni nello spazio, che si esplora piacevolmente noleggiando una bicicletta per un paio d’ore (r.150).

 

 

La sera, dopo una cena frugale in un chiosco, ci attende lo spettacolo circense: sicuramente da vedere, uno show mozzafiato che ci cattura per quasi due ore.

sabato 13 Agosto - Mosca (Sergiev Posad)

  

Questa mattina abbiamo previsto l’escursione in treno a Sergiev Posad, che si raggiunge in circa 1 ora e 20 minuti da Mosca con lenti treni in partenza dalla stazione Yaroslavsky Voksal (treni ogni 30 min – 1 ora, a/r circa 270 r.). Sergiev Posad è il centro spirituale ortodosso più importante di tuttala Russia e migliaia di pellegrini si recano ogni anno al monastero fondato da Sergio di Radonezh, santo patrono del Paese. L’immagine del centro monastico dall’alto del villaggio è una splendida cartolina che simboleggia tuttala Russia ortodossa.

 

Rientrati a Mosca nel pomeriggio ne approfittiamo per una veloce visita alla splendida Cattedrale Christ the Saviour: immensa e raffinata sorge sulle rive della Moscova, da cui si ammira una bellissima vista sul Cremlino. Per cena raggiungiamo la frenetica via Arbat, anima commerciale della città ricca di ristoranti e cafè internazionali e animata dai numerosi artisti di strada.

domenica 14 Agosto - Mosca

L’ultima visita prevista a Mosca prima del rientro è il monastero-fortezza di Novodevichy conla Cattedrale Smolensk, raggiungibile con la metro fermata Sportivnaja. Nel pomeriggio partiamo per l’aeroporto Domodedovo con il treno express in partenza dalla stazione Paveletskaya (biglietto family 650 r., partenza ogni 30 minuti). Dopo i rigorosi controlli ci imbarchiamo per Dusseldorf, quindi coincidenza per Malpensa.

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO      

San Pietroburgo

Volo per San Pietroburgo via Dusseldorf, con partenza alle 7.00 e arrivo alle 15,20. Trasferimento in hotel e prima passeggiata alla scoperta della città. Aperta sull’oceano e nata dalla volontà di Pietro il Grande, la città venne a lui intitolata nel 1709; sin da allora questa “finestra sull’occidente” ha incantato i viaggiatori di tutto il mondo, con i favolosi palazzi degli zar e la sua ricca vita letteraria e musicale. Classica e raffinata, barocca e grandiosa, San Pietroburgo poggia su 101 isole e si estende lungo la tripla cintura dei suoi canali. Splendidi anche gli edifici antichi disseminati in tutto il centro storico che sono parte integrante e spettacolare della città e le diverse residenze di zar e zarine.

San Pietroburgo

Visita del centro di San Pietroburgo, partendo dalla sua strada più famosa, la Newsky Prospek, perfetto esempio di come San Pietroburgo sia una delle più affascinanti città d’Europa, con i suoi palazzi barocchi, progettati e costruiti da architetti italiani e affacciati su una rete di canali e fiumi. Visita della casa museo di Pushkin e della  Cattedrale di Nostra Signora di Kazan, in stile neoclassico, famosa per il grande colonnato a semicerchio e gli interni in stile ortodosso.

Su un'isola in pieno centro sorge la Fortezza dei Santi Pietro e Paolo:  è stata la prima costruzione della città, fatta erigere per difesa. Al suo interno si trova la Cattedrale barocca di Pietro e Paolo, progettata dall’architetto Trezzini e tutt’ora l’edificio più alto della città (121 metri); all’interno della cattedrale sono custodite le tombe di zar e zarine, tra le quali quella di Pietro il Grande.

L’Hermitage è considerato il museo più grande del mondo con le sue oltre 1000 sale ricche di capolavori e ospitato nel famoso Palazzo d’Inverno e in altri 4 palazzi costruiti successivamente e collegati al primo. Ospita una magnifica collezione di capolavor delle maggiori scuole europee (Da Vinci, Raffaello, Tiziano, Rubens, Rembrandt, Renoir, Picasso, Matisse, Van Gogh ed altri) nei suoi numerosi saloni principeschi.

San Pietroburgo

Escursione fuori città fino al palazzo di Petrodvorec. Residenza estiva degli Zar, la cui prima costruzione risale al periodo di Pietro I, il palazzo è stato inaugurato nel 1723. Il Palazzo Mon Plasir, è una piccola costruzione in stile olandese che si affacia sul mare. Ma la bellezza di Petrodvorec  è famosa per i magnifici giardini con gli spettacolari giochi d’acqua delle fontane.

Rientro in città e visita dei monumenti più famosi, con i quartieri di Sennaya e Mariinsky.  La Cattedrale di S. Isacco é una delle più imponenti chiese costruite dagli zar, voluta da Alessandro I, e ispirata alla Basilica di San Pietro a Roma e alla Cattedrale di Saint Paul a Londra. E’ possibile salire sulla cupola per ammirare il panorama della città . Tra gli altri monumenti da non perdere, la Cattedrale della Resurrezione e la chiesa del Salvatore o del Sangue Versato, con le splendide cupole colorate in stile russo-ortodosso, mentre l'interno custodisce preziosi mosaici e icone.

San Pietroburgo

Giro in battello tra i canali di San Pietroburgo. La città, vista dai suoi innumerevoli canali, appare in tutto il suo splendore: un modo diverso di visitare la città per apprezzarne a pieno le sue infinite sfumature. Escursione fuori città fino a Pushkin per visitare lo splendido Palazzo di Caterina. A pochi chilometri da San Pietroburgo sorge il Villaggio che fu fin dal 1750, per ordine di Caterina la Grande, la residenza estiva degli Zar. I suoi palazzi e Padiglioni sono stati costruiti da architetti di grande talento e decorati dai migliori scultori russi ed europei. Qui si trova la celebre Sala d'Ambra.

Vladimir

Ultime visite a San Pietroburgo. Nel pomeriggio trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza alle 15 con treno veloce per Vladimir, località al centro del famoso Anello d'Oro. Il treno permette di ammirare parte dello sconfinato territorio russo, che si caratterizza per una distesa ininterrotta di foreste e ambiente vergine. Dopo 6 ore di viaggio, arrivo a Vladimir alle 21 e trasferimento in hotel.

Vladimir

Intera giornata di escursione nella vicina Suzdal. L’effetto che provoca questa incantevole cittadina è di essere arrivati in un luogo irreale. Il suggestivo scenario si apre con la presenza di numerose “izba”, casette di legno fittamente decorate, sparse intorno al fiume Kamenka e si completa con la profusione di antichi monasteri, conventi e chiese. L'attrazione principale è senza dubbio il Cremlino. Costruito nel XI secolo, racchiude oggi alcune vie con case tipiche, qualche chiesa e la cattedrale della Natività della Vergine con le sue cupole azzurre luccicanti d’oro, il palazzo dell’Arcivescovo e il Convento di Alessandro. Rientro a Vladimir.

Mosca

In mattinata visita della cittadina di Vladimir. Capitale del regno di Kiev, fondata nel 1158, conserva esemplari dell'architettura e dell'arte più antiche della Russia. Un esemplare tra tanti è la cattedrale dell’Assunzione con le sue grandi cupole dorate a cipolla, rivestita in pietra bianca con al suo interno veri e propri tesori tra cui la gigantesca iconostasi della fine del ‘700, alta nella sua parte centrale ben 25 metri e frammenti degli affreschi realizzati dal geniale Rubliov. Nel pomeriggio treno per Mosca, che si raggiunge dopo 2 ore e mezza di viaggio.

Mosca, il cui potere spirituale e politico risale a 850 anni fa, è un villaggio che si è trasformato in metropoli e che ancora oggi mantiene intatte tutte le sue abitudini provinciali. La planimetria della città è dominata dal Cremlino, struttura circolare intorno alla quale successivamente vennero edificate nuove mura di cinta, fossati e bastioni; ancora oggi costituisce il nucleo centrale di un totale di cinque anelli, oltre ai quali si estende la cosiddetta “cintura verde” ricoperta da foreste e prati.

Mosca

Si inizia la visita di Mosca partendo dall'immensa Piazza Rossa, che è stato il teatro delle grandi celebrazioni del regime sovietico e custodisce le spoglie di Lenin. I diversi stili degli edifici che si affacciano sulla piazza contribuiscono a formare un insieme soprendentemente armonioso. Si accede dalla maestosa porta della Resurrezione e subito appare la famosa Cattedrale di San Basilio con i suoi bulbi colorati, un'eseburenza di forme e colori,  affiancata dalle torri e dalle mura del Cremlino. Su un lato si estendono invece i sontuosi magazzini Gum, una vera istituzione in marmo e granito, con lunghe gallerie dove si sussguono negozi lussuosi.  

Visita allo splendido complesso del Cremlino, una vera cittadella nel cuore di Mosca, conociuta come La Fortezza", circondata da mura, è il nucleo centrale della città e centro politico e religioso del Paese. E' composto da numerosi splendidi edifici, palazzi monumentali, edifici storici, palazzi di Stato e chiese. Oltre alla visita di 3 Cattedrali, si può unire anche la visita all'Armory Museum, il più antico museo russo, con la famosa esposizione di gioielli di stato.

Nel pomeriggio visita del Monastero di Novodevichy, l'imponente monastero-fortezza destinato in passato alle discendenti della famiglia reale o di famiglie nobili che prendevano i voti. All'interno si visita la Cattedrale Smolensk.

Mosca

Escursione a Sergiev Posad, che dista circa un'ora dalla capitale. Sorta attorno al monastero della Trinità di San Sergio, rappresenta uno dei maggiori luoghi di culto dell’ortodossia russa. Il monastero fu fondato intorno al 1340 da Sergio di Radonezh, ora santo patrono della Russia. Monaco di grande carisma e autorità, contribuì a unire il paese contro il dominio tartaro. Nel corso dei secoli il complesso si arricchì enormemente con i doni offerti da zar, nobili e mercanti che auspicavano favori divini.

Rientro a Mosca e visita del quartiere Kitaj-Gorod, il più antico della città,  con stradine orlate di antichi edifici, piazze e chiese, come la magnifica Chiesa della Trinità e la non distante Chiesa del Salvatore, il cui interno stupisce per la ricchezza degli ornamenti. Ci si sposta con la metropolitana, una vera opera d'arte con stazioni fatte di marmi e stucchi che ricordano i palazzi imperiali, nella commerciale via Arbat, interamente pedonale e brulicante di gente, ricca di negozi di souvenir, artisti di strada, bancarelle, caffè e ristoranti.

Volo

Trasferimento in aeroporto e volo di ritorno via Dusseldorf delle 13,15 con arrivo alle 17,45.